Comunismo magico. Leggende, miti e visioni ultraterrene del socialismo reale Francesco Dimitri

ISBN: 9788876150074

Published: 2004

Paperback

493 pages


Description

Comunismo magico. Leggende, miti e visioni ultraterrene del socialismo reale  by  Francesco Dimitri

Comunismo magico. Leggende, miti e visioni ultraterrene del socialismo reale by Francesco Dimitri
2004 | Paperback | PDF, EPUB, FB2, DjVu, audiobook, mp3, ZIP | 493 pages | ISBN: 9788876150074 | 7.75 Mb

Lenin non è morto: si limita a dormire. Attende, nel suo mausoleo quadridimensionale, che qualcuno riesca a riportarlo in vita, come una Bella Addormentata baciata dal suo Principe Azzurro (o Principe Rosso?). Questo libro è la prima indagineMoreLenin non è morto: si limita a dormire. Attende, nel suo mausoleo quadridimensionale, che qualcuno riesca a riportarlo in vita, come una Bella Addormentata baciata dal suo Principe Azzurro (o Principe Rosso?). Questo libro è la prima indagine sistematica che sia mai stata svolta sulla relazione tra i Regimi del Socialismo Reale e le Sfere dell’Arte Reale – come una volta veniva definita la magia praticata da sovrani laici e alchimisti.

Si potrà riconoscere, così, che la maggior parte di questi Regimi, invece che reprimere ed espellere le tendenze irrazionali, magico-sacrali e mistiche del corpo sociale, preferiscono stringere con esse un patto di non aggressione – quando non addirittura intrattenere proficui e duraturi rapporti.

Mentre telepati e ufologi popolavano le terre russe, Mao Tse-tung difendeva con ardore l’antica sapienza della medicina tradizionale cinese. E se il coreano Kim Il-Sung, da tempo defunto, viene definito nei manuali del Partito «Grande Presidente Immortale», Fidel Castro non è forse l’ultima incarnazione in vita di Obatalà, dio della giustizia nella Santeria cubana?

Destreggiandosi tra sandinisti teosofi e rivoluzionari massoni, teorizzatori dell’immortalità e moderni alchimisti, il Comunismo intreccia così legami profondi con il mondo magico, con la bizzarra sfera di esistenza al confine tra realtà, politica e immaginario.

«Uno spettro si aggira per l’Europa», proclamavano Marx ed Engels nell’incipit del Manifesto del Partito Comunista. Questo nuovo spettro, laico e scientifico, avrebbe dovuto esorcizzare una volta per tutte i vecchi fantasmi.

Ma alla fine gli spettri trovano sempre il modo di mettersi d’accordo. Marx stesso, nel sognare una Rivoluzione che avrebbe mutato per sempre l’Umanità, si rese (chissà quanto involontariamente) simile a un profeta o a un taumaturgo. Sulla sua scia i dirigenti dei Partiti Comunisti si sono spesso trasformati nei sacerdoti di una nuova religione: una religione laica, in cui anche la trascendenza è all’interno del Mondo e della Storia, ma non per questo è meno carica di sacralità.

Le mummie di molti di questi grandi capi dell’Internazionale, moderni faraoni, aspettano con Lenin che il Marxismo scopra il segreto della Resurrezione dei corpi. Iside e Osiride non sono mai stati tanto vicini alla Falce e Martello…



Enter the sum





Related Archive Books



Related Books


Comments

Comments for "Comunismo magico. Leggende, miti e visioni ultraterrene del socialismo reale":


corrosion2019.pl

©2014-2015 | DMCA | Contact us